Usa l'incertezza a tuo vantaggio

Coaching

L'incertezza è inevitabile, ma i dubbi non devono impedirti di fare progressi.

Ultimo aggiornamento: [data]
Lettura di 7 min
  • Non abbiamo il potere di prevedere il futuro, ma possiamo trasformare quest'incertezza in motivazione per compiere progressi.
  • Non è la prima volta che affronti dei dubbi. Ricordati di come li hai superati in passato.
  • Guardare il quadro generale e indefinito è scoraggiante. Meglio definire piccoli passi verso il tuo obiettivo e affrontarne uno alla volta.


Continua a leggere per saperne di più…

Perché e come accogliere l'incertezza secondo gli esperti di psicologia

Nessuno è in grado di prevedere il futuro, nemmeno quel sensitivo che in qualche modo sapeva che avresti adottato un cane. E, come molti di noi sanno, la vita può essere molto imprevedibile. Che ci piaccia o no, tale incertezza genera spesso dubbi. Entrerò nella scuola dei miei sogni? Sono davvero in grado di affrontare questa maratona? Otterrò quel lavoro? Nessuno può dire quali saranno gli sviluppi futuri. L'incertezza è inevitabile.

Accettare questa incertezza è il primo passo per tenere sotto controllo l'ansia e trovare la spinta necessaria per avvicinarci a quegli obiettivi che ci sembrano fuori dalla nostra portata. "L'unica cosa certa in questo mondo è il cambiamento. Più lo accettiamo, più il cambiamento ci sembrerà entusiasmante, come un'infusione di nuova energia", afferma Mollie Eliasof, psicoterapeuta e assistente sociale certificata di New York.

Perché l'incertezza ci confonde

È naturale avere dei dubbi quando non sai cosa ti riserva il futuro. Per i nostri antenati, "l'incertezza significava pericolo e doveva essere evitata a tutti i costi", afferma Robin Buckley, PhD, executive coach del New Hampshire. La caverna è troppo buia per vedere se all'interno è in agguato una tigre affamata dai denti a sciabola? Meglio stare alla larga.

Il nostro istinto di evitare l'ignoto è così profondo che preferiremmo soffrire per qualcosa che conosciamo piuttosto che provare il proverbiale salto nel vuoto. In uno studio britannico, ad esempio, le persone si sentivano meno stressate quando sapevano che avrebbero ricevuto una scossa elettrica dolorosa rispetto a quando la possibilità di ricevere la scossa elettrica era del 50%.

Perché e come accogliere l'incertezza secondo gli esperti di psicologia

Perché è il momento di accettare l'incertezza

Ovviamente, a volte è meglio andare sul sicuro. Nessuno ti direbbe di scegliere una strada secondaria, buia e abbandonata rispetto al tuo solito percorso ben illuminato per tornare a casa a tarda notte. "Ma quando rinunci a esplorare per paura di abbandonare abitudini o schemi (seppur positivi), in realtà ostacoli lo sviluppo, la creatività o la crescita", spiega Buckley.

Imparare a mantenere la calma in circostanze incerte "può condurci verso persone e cose che non avremmo mai trovato se fossimo rimasti in modalità pilota automatico", afferma Buckley. Come mostra una ricerca dell'Università di Chicago, l'incertezza può motivare di più a raggiungere risultati positivi. Correre un rischio può essere entusiasmante e l'entusiasmo genera motivazione. E se la motivazione è tanta, il progresso diventa inarrestabile.

Un vantaggio ancora più grande? Accettare l'ignoto sembrerà ogni volta un po' più facile. "Affrontare situazioni incerte o impegnative ci aiuta a ricalibrare il nostro sistema naturale di allarme e a cogliere più opportunità in futuro", afferma Michael Ambrose, PhD, psicologo clinico certificato di New York. In breve, possiamo sviluppare coraggio e fiducia in noi stessi lungo il percorso.

Sebbene l'ignoto possa sembrare terribilmente inquietante, è davvero possibile gestirlo. Uno studio condotto dall'Università di Yale sulle scimmie ha rilevato che scenari imprevedibili innescano un incremento dell'attività nella corteccia prefrontale, l'area del cervello responsabile della gestione delle reazioni emotive. Si ritiene che questo stesso meccanismo possa aiutare il cervello umano a concentrarsi sulle informazioni più importanti nei momenti di incertezza per prendere la decisione migliore.

Accettazione senza remore

Se credere che dall'incertezza possa derivare qualcosa di buono (o che anche se così non fosse, tutto andrà bene) sembra più facile a dirsi che a farsi, è perché... di fatto è così. Tuttavia, entusiasmarsi per il "cosa succederebbe se" è davvero possibile. Ecco i punti chiave:

Perché e come accogliere l'incertezza secondo gli esperti di psicologia

1. Vai oltre A o B.

L'ansia di non sapere può essere alimentata da una mentalità binaria (o... o), spiega Eliasof. Supponiamo che il tuo lavoro non faccia più per te, ma che ti piaccia la possibilità di lavorare in smart working, se lo desideri. Quando prendi in considerazione le opzioni disponibili, ti senti in trappola tra A) svolgere un lavoro che non ti piace o B) stressarti per trovare un nuovo lavoro che non richieda di recarsi in ufficio.

Il punto è che in realtà queste non sono le uniche due opzioni. "Puoi scomporre A e B in più categorie", afferma Eliasof. "Questo ti consente di vagliare le possibilità e acquisire un senso di controllo". Continuare a fare il lavoro attuale potrebbe significare scegliere di concentrarti su attività che ti danno maggiore soddisfazione o ti consentono di coltivare relazioni più solide con il tuo team, con la possibilità di avanzare nella carriera. Decidere di cercare un nuovo lavoro potrebbe significare dover seguire dei corsi per rendere le tue competenze più vendibili prima di candidarti per altre posizioni. In questi termini, sembra tutto più entusiasmante che preoccupante, vero?

2. Analizza la tua storia personale.

Invece di dubitare della tua capacità di gestire una situazione nuova, pensa a come hai affrontato esperienze impegnative in passato, ad esempio la gestione della tua vita durante la pandemia. "Magari hai molte risorse e sei ottimista, quindi sfrutta questi punti di forza", afferma Buckley. "Sai che hanno già funzionato per te in passato e quindi potranno funzionare ancora".

A titolo informativo, analizzare ciò che ha contribuito a un esito positivo in passato è molto più efficace che dire semplicemente: "Ho tutto sotto controllo". Questo approccio infatti fornisce al tuo cervello prove concrete del fatto che hai già le competenze necessarie per farcela, afferma Buckley. Ti rendi conto che anche se affronti un'esperienza nuova, hai già gestito situazioni simili in passato e puoi farlo di nuovo.

3. Fraziona gli obiettivi.

L'incertezza può manifestarsi quando si ha un compito enorme da affrontare e non si sa bene come portarlo a termine. In tal caso, secondo Eliasof, è consigliabile stilare una roadmap di piccole attività da affrontare singolarmente con una certa tempistica. "Noterai un senso di soddisfazione al termine di ogni attività e ciò ti darà una sensazione di maggiore controllo e certezza", afferma Eliasof. Inoltre, disporre di un supporto visivo può aiutare a restare con i piedi per terra quando lo stress inizia a farsi sentire.

4. Trattati bene.

Se un bambino ti dicesse che è preoccupato per qualcosa, come gestiresti la situazione? Probabilmente non gli parleresti degli scenari peggiori o di quanto tutto sia scoraggiante. Quindi, segui il consiglio di Eliasof e adotta lo stesso approccio positivo. Parla delle tue preoccupazioni con qualcuno di cui ti fidi. Pensa ai vantaggi che ne potresti trarre. Oppure fai qualcosa che ti distragga per un po': prova con due tiri a canestro o con qualche video assurdo su TikTok. "Il punto non è ignorare le proprie sensazioni dicendosi che tutto andrà bene, ma rilassarsi e non lasciare che le proprie paure prendano il sopravvento", afferma Eliasof. Questo non avrà solo un effetto calmante, ma potrà anche aiutarti a fare chiarezza, facilitandoti la risoluzione dei problemi.

5. Qui e ora.

Stressarsi per il futuro significa che il cervello sta correndo avanti, invece di concentrarsi sul presente, dove non è ancora successo nulla di negativo. Per esercitarsi a vivere il momento presente, Buckley ogni sera scrive un elenco di tre cose che le hanno dato gioia durante la giornata. "Ti prepara a cercare in modo inconscio quelle cose per tutto il giorno. Possono essere cose semplici, come una coccinella che si arrampica sulla finestra o il tuo cane che ti lecca il viso al mattino", afferma Buckley. "Ciò rafforza la tua capacità di vivere il momento presente e controllare i pensieri, aiutandoti in definitiva a tenere sotto controllo le emozioni". Perché, anche se non puoi sapere con certezza se otterrai quel lavoro o farai la migliore gara della tua vita, puoi sicuramente decidere se permettere ai dubbi di ostacolare i tuoi progressi o sfruttarli per perseguire con più motivazione i tuoi obiettivi.

Testo: Marygrace Taylor
Illustrazioni: Davide Bonazzi

DAI UN'OCCHIATA

Vuoi saperne di più sulle potenzialità di dubbi e incertezze? Scopri come Amy Bream, atleta Nike, affronta ogni giorno dubbi e incertezze per fare progressi. Dai un'occhiata ai suoi workout per atleti con e senza disabilità nell'app Nike Training Club.

Storie correlate

Cinque consigli per tenere a bada il burnout, secondo gli esperti di salute mentale

Coaching

Cosa fare quando esaurisci le energie

Sei abitudini per una mentalità da atleta

Coaching

Mentalità vincente contro l'insicurezza

Come riprendere la routine di allenamento

Coaching

Aumenta il ritmo nel modo giusto

In che modo migliorare l'agilità può prevenire le lesioni e ottimizzare le prestazioni

Coaching

L'abilità necessaria per restare giovani

Tre cambi di mentalità per superare un periodo di stallo

Coaching

Tre espedienti mentali per superare i momenti di stallo