Salta al contenuto. (Premi Invio)
-20% extra sui prodotti scontati

Per i member. Usa il codice MARCH21 in cassa.* Acquista *Scopri i dettagli

Coaching

3 sintomi che dovrebbero farti capire che dormi troppo

Scopri se dormi quando e quanto è necessario per star bene e perché il tuo sonno sia davvero ristoratore.

3 segnali che ti dicono che potresti avere bisogno di svegliarti prima

Non c'è niente di meglio di una buona nottata di sonno per affrontare la giornata, e senza nemmeno ricorrere al caffè. Per la maggior parte di noi, questo significa dormire almeno sette ore a notte, anche se a qualcuno ne servono di più, secondo la dott.ssa Cheri D. Mah, MD, medico e scienziata presso l'UCSF Human Performance Center e componente del Nike Performance Council, specializzata in sonno e prestazioni degli atleti professionisti.

La scienziata ci spiega che in realtà la maggior parte di noi non dorme abbastanza, ma non sono soltanto le ore totali di sonno a incidere su umore, salute e forma fisica. Possiamo avere qualche problema anche se dormiamo almeno sette ore. Per capire se la tua routine del sonno va rivista, verifica prima di tutto se presenti uno dei sintomi riportati qui sotto.

  1. Fiacca e torpore al risveglio.
    Forse pensi che sentirsi stanchi e svogliati anche fino a un'ora dopo il risveglio significhi semplicemente che hai bisogno di dormire di più, ma non è sempre così. Il nostro corpo è regolato da un ritmo circadiano, un orologio corporeo interno che controlla sonnolenza e lucidità, ci spiega Mariana G. Figueiro, PhD, professoressa e direttrice del Department of Population Health Science and Policy presso la Icahn School of Medicine at Mount Sinai. Anche se il tuo personale orologio biologico può essere diverso da quello del tuo migliore amico, tanto per fare un esempio, di qualche minuto o persino di qualche ora, è il sole che regola l'orologio interno di ciascuno di noi. La luce del giorno stimola la veglia e l'oscurità provoca sonnolenza.

    "Più ci si avvicina alla parte centrale della giornata, meno efficace è la luce per mantenerci in sincronia con il nostro orologio", afferma Figueiro. In altre parole, dormire fino al mattino inoltrato può lasciarti in uno stato di sonnolenza e rompere il ritmo dato da alba e tramonto anche se hai dormito sette ore, secondo Figueiro.
  2. Disidratazione.
    Oltre a non bere, durante il sonno perdiamo liquidi respirando o russando, secondo la National Sleep Foundation. Inoltre, più tardi ci svegliamo al mattino, meno tempo per idratarci avremo a disposizione, ci fa notare Mah. La disidratazione provoca debolezza, torpore, fiacca o semplicemente stanchezza. Un modo semplice per individuarla è controllare la propria urina. Secondo la Cleveland Clinic, più scura è l'urina, più è necessario bere acqua.
  3. Difficoltà ad addormentarsi.
    Chi dorme la giusta quantità di ore dovrebbe riuscire ad addormentarsi entro 10-15 minuti, quasi sempre, spiega Figueiro. Se ci vogliono 30 o più minuti anche se non ci sono stati cambiamenti significativi nelle tue abitudini (stress particolari, più caffeina o sonnellini extra), può darsi che il tuo orologio interno sia un po' stravolto o che tu abbia dormito un po' troppo.

    Lo stato di sonnolenza è influenzato da una serie di fattori, tra cui un sistema regolatore interno noto come "sleep drive" o omeostasi sonno/veglia. Lo "sleep drive", ossia il bisogno di dormire, è basso al risveglio e cresce durante il giorno mentre si è svegli, in parte a causa di una sostanza chimica chiamata adenosina e prodotta nel cervello che ci fa sentire assonnati. "Quando si dorme troppo, la giornata è troppo breve per riuscire ad accumulare una 'richiesta' di sonno sufficiente, e quindi, potremmo avere difficoltà ad addormentarci quando è il momento", afferma Figueiro.

"Più ci si avvicina alla parte centrale della giornata, meno efficace è la luce per mantenerci in sincronia con il nostro orologio."

Mariana G. Figueiro
PhD, Professoressa

Ti ritrovi in queste descrizioni? Il passo successivo per un sonno efficace è provare il semplice esperimento di Mah per determinare la quantità di sonno di cui hai bisogno. Nel prossimo periodo di ferie o di vacanza (oppure quando hai la possibilità di svegliarti quando vuoi) scegli un'ora per andare a dormire ogni sera, non mettere la sveglia e controlla l'ora in cui ti svegli naturalmente. Secondo Mah, dopo alcuni giorni avrai un'idea di quante ore ti occorrono per riposarti perfettamente. Se all'improvviso dormi più del solito, ad esempio 10 ore a notte, ma soprattutto se riscontri altri sintomi, parlane con il tuo medico per cercare di capirne eventuali cause, come la depressione o un altro disturbo.

Una volta scoperto quanto sonno ti serve, fai tutto il possibile per andare a dormire e svegliarti ogni giorno alla stessa ora, come suggerito da Mah. Il "sonno a yo-yo", ossia dormire molto di più in alcuni giorni e molto meno in altri, può stravolgere il tuo orologio biologico e creare i presupposti per una serie di disturbi, tra cui l'ipertensione e una sensazione di continuo jetlag. Quindi, a meno che tu non decida di eliminare la sveglia del sabato mattina per recuperare il "sonno perduto" dopo una settimana difficile o perché non ti senti bene, dormire troppo non è ciò di cui il corpo ha realmente bisogno.

Puoi averne la prova inconfutabile quando dormire di più non ti aiuta a recuperare le energie. "Non dovresti andare a dormire tardi e svegliarti tardi solo perché puoi farlo, perché questo potrebbe mandare in tilt il tuo orologio. Andare a letto prima è sempre meglio che svegliarsi tardi, se vuoi ritrovare la sincronia, ma ognuno può fare quello che più si adatta ai propri impegni quotidiani", dice Mah.

Ricorda che il sonno dovrebbe aiutarti a recuperare, ricaricare le energie e prepararti per la nuova giornata. Se non è così, forse è il momento di mettere in atto un piano.

Testo: Ronnie Howard
Illustrazioni: Matt Williams

3 segnali che ti dicono che potresti avere bisogno di svegliarti prima

Vai oltre

Per ulteriori consigli degli esperti sul recupero, oltre che su mentalità, allenamento, alimentazione e sonno, consulta l'app Nike Training Club.

Vai oltre

Per ulteriori consigli degli esperti sul recupero, oltre che su mentalità, allenamento, alimentazione e sonno, consulta l'app Nike Training Club.

Storie correlate

Come (ri)iniziare una routine di benessere

Coaching

Salta di nuovo sul treno del benessere

Mangiare uova fa bene?

Coaching

Quanto fanno bene le uova in realtà?

Ho bisogno di più ferro nella mia dieta?

Coaching

Il mega minerale che forse ti manca

Qual è il migliore latte non caseario?

Coaching

La guida dell'atleta ai tipi di latte non caseario

In che modo le patate migliorano le tue prestazioni

Coaching

Le patate sono il nuovo cibo per il fitness?