Coaching

Come aiutarsi a raggiungere il successo

L'utilizzo di trucchi intenzionali come questi può aiutare a prendere decisioni sane automaticamente, anche quando si è tentati di deviare dalle buone abitudini.

Ultimo aggiornamento: [data]
Come fare auto-nudging per aggiungere i tuoi obiettivi

La disposizione del cibo in un negozio di alimentari non è mai una coincidenza. L'espositore delle patatine proprio all'ingresso è lì per invogliarti a prenderne un sacchetto o due, perché ciò che vedi prima tende a influenzare in modo significativo la tua decisione sull'acquisto, secondo gli psicologi specializzati in alimentazione. Quelle confezioni di burro di arachidi al livello degli occhi nella corsia delle casse? Stessa idea.

Questo è solo un esempio del modo sottile ma strategico in cui veniamo persuasi, un fenomeno che gli esperti chiamano "nudging", e spinti di frequente a compiere una particolare scelta, buona o cattiva, senza nemmeno rendercene conto. Ma possiamo decidere anche da soli come prendere decisioni più sane e proattive.

"L'auto-nudging (spinta gentile) è un modo per rendersi conto di quanto spesso cose sorprendentemente piccole influiscano sul nostro comportamento, in modo da poter riprendere il controllo", afferma Samuli Reijula, docente di filosofia teoretica dell'Università di Helsinki in Finlandia. Non si tratta di rigido self-control o restrizioni, spiega Reijula, co-autore di un recente studio su questo concetto pubblicato su "Behavioural Public Policy". Si tratta di rendere più semplici le cose che si desidera fare e più difficili le altre, aggiungendo e rimuovendo attrito in base alle necessità, afferma.

"Evitare le tentazioni basandosi sulla pura forza di volontà può essere estenuante", afferma Reijula. Quando siamo in balia di impulsi contrastanti, come mangiare caramelle perché sono buone ed evitarle per non assumere troppi zuccheri, non sempre agiamo nel nostro interesse. (Per non parlare del fatto che rischiamo di sprecare una grande quantità di energie interiori mentre ponderiamo la decisione). "Abbiamo il potere di pensare e pianificare in anticipo, per evitare inutili difficoltà e prepararci al successo", afferma Reijula.

"L'auto-nudging è un modo per rendersi conto di quanto spesso cose sorprendentemente piccole influiscano sul nostro comportamento, in modo da poter riprendere il controllo."

Samuli Reijula
Docente di filosofia teoretica dell'Università di Helsinki

Fare pratica con l'auto-nudging non richiede sforzi eccessivi. Ecco il piano consigliato dagli esperti.

  1. Scriviti un messaggio.
    Lascia biglietti dove puoi vederli, scrivi elenchi di cose da fare e imposta promemoria sul tuo calendario. Non devi fare affidamento solo sulle parole: puoi, ad esempio, appendere un'illustrazione delle fonti proteiche e delle loro emissioni di gas serra sullo sportello del frigo per ridurre la tua assunzione di carne e latticini, come Reijula e il suo co-autore, Ralph Hertwig, direttore del Center for Adaptive Rationality del Max Planck Institute for Human Development di Berlino, suggeriscono nella loro ricerca. (Ehi, basta che funzioni.)

    Potresti anche fare come Hertwig e posizionare il materassino da yoga o i capi da palestra accanto al letto, di sera, per ricordarti di allenarti al mattino. Suggerimenti come questi possono aiutarti ad agire, perché hanno un effetto sulla vista e sulla mente. Prova a combinarli con un piano del tipo "se/allora", come quando vedi il foglietto adesivo sul frigo e ricordi di mangiare verdura invece che formaggio, per ottenere il massimo successo.
  2. Riformula il tuo atteggiamento mentale.
    Per prendere una decisione migliore a breve termine, considera le potenziali conseguenze a lungo termine, spiega Reijula. Supponiamo che tu abbia pianificato di andare a correre la mattina, ma al tuo risveglio sta piovendo. Se si tratta di solo di fare testa o croce per scegliere tra due modi in cui passare l'ora successiva, rimanere a letto sarà un'opzione piuttosto difficile da resistere. Ma se riformuli la tua decisione come una scelta tra avere più energia o sentirsi stanchi, o stabilire un precedente per decidere se fare esercizio fisico o meno ogni volta che piove, alzarsi e uscire sembrerà molto più convincente.
  3. Renditi le cose più difficili.
    Rendere qualcosa meno comodo per sé può significare renderlo anche meno desiderabile. Sul serio: spostare del cibo più lontano dalla vista e dalla portata rende meno propensi a mangiarlo, afferma Reijula. Quindi, metti i dolcetti in fondo all'armadietto o al frigo e i cibi più sani nella parte anteriore. Non ti stai privando di qualcosa, dice, stai semplicemente riducendo i consumi sconsiderati aggiungendo attrito. Quando vuoi davvero un dolcetto, dovrai affrontare lo sforzo necessario per ottenerlo.

    Se tendi a ordinare cibo da asporto poco sano, potresti eliminare le tue app di cibo da asporto, sapendo che è meno probabile ordinare hamburger e patatine fritte se devi affrontare il problema di reinstallare le app e accedervi (non ricorderai mai la password, comunque).

    La parte migliore della procedura di auto-nudging è che più lo fai, e più scopri che funziona, più facile sarà continuare lungo il percorso giusto. Ora, vai a scrivere un post-it che ti ricorda di fare auto-nudging. Un po' di "metagioco", forse, ma ne vale assolutamente la pena.
Come fare auto-nudging per aggiungere i tuoi obiettivi

Vai oltre

Per ulteriori consigli degli esperti su mentalità, allenamento, alimentazione, recupero e sonno, consulta l'app Nike Training Club.

Come fare auto-nudging per aggiungere i tuoi obiettivi

Vai oltre

Per ulteriori consigli degli esperti su mentalità, allenamento, alimentazione, recupero e sonno, consulta l'app Nike Training Club.