Coaching e alimentazione

Incrementare la grinta con il dialogo interiore

Di Nike Training

Reimposta il dialogo interiore

Come diventare il tuo alleato più grande.

No, non sei solo tu: tutti parlano da soli ed è quello che continui a ripeterti. Perfezionare ciò che dice quella vocina è la chiave, perché "il giusto tipo di dialogo interiore può accrescere la tua fiducia, mentre quello sbagliato può soffocarla", afferma Angela Duckworth, professoressa dell'Università della Pennsylvania e autrice di "Grinta: Il potere della passione e della perseveranza". Ecco come lavorare sul dialogo interiore può incrementare la tua grinta, aiutandoti a dare il massimo in qualsiasi sfida.

"Sia le persone che hanno successo che quelle che non riescono a raggiungere risultati di rilievo parlano a se stesse: la differenza sta nella modalità di utilizzo del dialogo interiore."

Angela Duckworth

Immagina se, dopo una brutta partita o una prestazione scadente, il tuo dialogo interiore fosse totalmente negativo, facendoti precipitare in un abisso di vergogna, critica e autocommiserazione", afferma. Lo stesso vale quando sgarri in altri modi, come quando salti un allenamento o mangi qualcosa di cui ti penti. Se pensi negativo e che non avrai mai successo, non avrai la giusta motivazione per tornare al lavoro. Il dialogo interiore negativo ti fa sentire così male che non vuoi riprovare, quindi finisce per spingerti ancora più lontano dai tuoi obiettivi.

Nella sua ricerca, Duckworth ha trovato una strategia in due fasi per un dialogo interiore positivo che ti riporta in pista. La prima parte è l'accettazione consapevole: senza giudizio o colpa, basta riconoscere l'imperfezione, per esempio ammettendo di aver dormito e aver saltato l'allenamento. La seconda parte è l'auto-compassione. Per questa fase, "pensa a cosa potrebbero dire del tuo passo falso tua madre, il tuo migliore amico o chiunque ti voglia bene", consiglia Duckworth. Potrebbero dire qualcosa di "compassionevole, amorevole, positivo e comprensivo" senza scagionarti. Facendoti riflettere inoltre su "cosa puoi imparare dall'errore e come pensi di migliorare la prossima volta". Quindi prova a dirti le stesse cose. In pratica, una cosa del genere: mi dispiace di aver saltato l'allenamento di ieri, ma è successo una volta e sono in grado di tornare nella direzione giusta per perseguire i miei obiettivi. Domani imposterò la sveglia 10 minuti prima, così se mi addormento, ho ancora il tempo di fare allenamento. Questa è una persona grintosa che ripartirà rapidamente e tornerà al lavoro.

Reimposta il dialogo interiore

Anche gli atleti professionisti come la mezzofondista Shalane Flanagan, che ha vinto la maratona di New York nel 2017 e un argento alle Olimpiadi del 2008, a volte si ritrovano nella spirale del dialogo interiore negativo. Durante gli allenamenti più duri quando è stanca e il suo corpo è dolorante, Flanagan a volte pensa negativo: "Non sono abbastanza brava, non ho abbastanza talento, non sto lavorando abbastanza duramente", ammette. Ma poiché è consapevole del suo dialogo interiore, azzera i campanelli di allarme e prende la decisione consapevole di trasformare la narrazione nella sua testa.

"Considero la mente come un muscolo da allenare."

Shalane Flanagan

"Non mi viene naturale, devo scegliere di essere ottimista", afferma. "Dico a me stessa: Shalane, questo è il momento di lavorare più intensamente e affrontare la parte peggiore dell'allenamento. Ciò che distingue i migliori, anche gli atleti d'élite, è la mentalità e il modo di affrontare le avversità. Mi rendo conto che la mia mente è un muscolo da allenare".

Il dialogo interiore non è una cosa che si può modificare da un momento all'altro. Si tratta di un percorso che diventa un po' più veloce e naturale ogni volta che si pratica. Presto, sfrutterai la motivazione che è in te e scoprirai come ti aiuterà a superare qualsiasi sfida.

Ti sfidiamo a migliorare il tuo dialogo interiore in modo che ti aiuti ad andare avanti. Considera questo micro-cambiamento per aggiungere un mantra positivo al tuo prossimo allenamento.

Trasformalo in un'abitudine: la parte più difficile di un allenamento spesso è iniziare. Quindi, subito prima di un allenamento NTC, prova a ripeterti ad alta voce un mantra positivo, ad esempio, "ho già affrontato la parte più difficile". Quindi, datti la spinta mentale per acquisire motivazione e fiducia in ciò che fai. Quando l'allenamento risulta difficile, ripensa a quel mantra: "Ho già affrontato la parte più difficile". Può aiutarti a sviluppare la tua sicurezza, a potenziare il tuo slancio e a concludere al meglio.

Reimposta il dialogo interiore

Iscriviti a Nike Training Club

Accedi ai consigli dei nostri migliori esperti e allenatori per rimanere in attività e in salute.

Reimposta il dialogo interiore

Iscriviti a Nike Training Club

Accedi ai consigli dei nostri migliori esperti e allenatori per rimanere in attività e in salute.

Storie correlate

Un'insalata di patate dolci che fa davvero bene

Coaching

Alimentazione funzionale: insalata di patate dolci

Come (e perché) si eseguono le distensioni su panca

Coaching

Come (e perché) si eseguono le distensioni su panca

Come (e perché) si eseguono i dip per tricipiti

Coaching

Come (e perché) si eseguono i dip per tricipiti

Come nutrire i bambini in modo sano

Coaching

Come nutrire i bambini in modo sano

Forza sovrumana

Coaching

Forza sovrumana