Salta al contenuto. (Premi Invio)

Cosmic Unity: Dentro il design

Scopri perché una scarpa da basket realizzata per almeno il 25% del suo peso in materiali riciclati è il prossimo passo verso il futuro senza sprechi desiderato da Nike.

Dentro il design: Cosmic Unity

Non si ricerca la perfezione, ma il progresso. Nel basket, ogni azione volta a migliorarsi, per quanto possa sembrare insignificante, è fondamentale. Cosmic Unity è il prossimo passo verso un futuro senza sprechi. È realizzata per almeno il 25% del suo peso in materiali riciclati: potrà non sembrare molto, ma i nostri designer si impegnano a rendere i propri design più sostenibili anno dopo anno. Leggi la storia di come una piccola quantità di rifiuti trasformati può aiutarci a fare un passo avanti in Move to Zero, il percorso di Nike verso l'azzeramento degli sprechi e delle emissioni di CO₂.

Dentro il design: Cosmic Unity

L'ultima parola ai rifiuti

La creazione di Cosmic Unity inizia nel 2008 con il lancio di Nike Zoom BB II Low "Trash Talk". Con questa silhouette a basso profilo, Nike ha dimostrato per la prima volta che era possibile realizzare una scarpa usando dei materiali riciclati senza compromettere le prestazioni. Cosmic Unity si spinge oltre. Il team ha preso delle scelte ben precise tenendo a mente la sostenibilità in ogni fase del processo, a partire dai designer, che hanno realizzato i loro bozzetti digitalmente anziché su carta, fino al team di produzione, che ha ridotto il numero di campioni richiesti alla fabbrica.

Dentro il design: Cosmic Unity
Dentro il design: Cosmic Unity

Uno spreco di look

Bennett Shaw, Product Line Manager di Cosmic Unity, è un appassionato di basket, ma non un esperto dell'impegno Move to Zero di Nike. Tuttavia, durante il processo di sviluppo della scarpa, ha iniziato a vedere dei parallelismi tra lo sport che ama e il percorso di Nike, specialmente nell'idea di poter migliorare un po' per volta anno dopo anno. Bennett spiega: "Il nostro obiettivo è migliorare continuamente. Ci siamo impegnati per riuscire ad aumentare del 5% la quantità di contenuti riciclati. Con Cosmic Unity abbiamo raggiunto una percentuale in peso pari al 25%". Per raggiungere questo risultato, i designer hanno usato una combinazione unica di componenti parzialmente riciclati e materiali nuovi prodotti in modo efficiente. Per esempio, l'intersuola in schiuma Crater è composta per il 10% in gomma Nike Grind e per il resto in materiale nuovo. La scarpa presenta anche un sistema di cavi a strati realizzato al 99% in materiale riciclato, un sottopiede in poliestere riciclato e un foxing in un mix di poliuretano e poliestere riciclati. Il team ha anche dato il massimo per perfezionare il look della scarpa, assicurandosi che il design fosse scattante, d'impatto e futuristico.

Rifiuti testati in campo

La MVP della WNBA A'ja Wilson è stata una delle prime atlete professioniste a indossare Cosmic Unity in campo. La scarpa presenta un'unità Zoom Air Strobel a tutta lunghezza, in parte realizzata in TPU riciclato, pensata per essere all'altezza di qualsiasi movimento. L'unità Zoom Air Strobel è un componente adatto a chiunque, non solo ad atlete dal gioco di gambe veloce come A'ja. La cestista racconta: "Sono rimasta sorpresa dalla leggerezza della scarpa. Credo che sia adatta a qualsiasi cestista e in qualsiasi ruolo. Cosmic Unity è in grado di adattarsi a qualsiasi movimento o passo, il che è una caratteristica grandiosa. Una scarpa deve offrire il giusto ritorno di energia per farti sentire più veloce e scattante".

Dentro il design: Cosmic Unity
Dentro il design: Cosmic Unity
Dentro il design: Cosmic Unity
Dentro il design: Cosmic Unity