Salta al contenuto. (Premi Invio)

Ti presentiamo Leticia

Leticia vive a San Paolo, città più popolosa del Brasile e centro di una vivace scena calcistica di strada. "Ho iniziato a giocare quando avevo circa sei anni", afferma. "All'inizio ero l'unica bambina presente in strada. Dicevano sempre che questo sport non era adatto alle donne, ma non mi interessava perché era quello che mi piaceva di più, così ho continuato".

Per lei, il calcio può significare giocare per l'orgoglio del quartiere su un campo locale di cemento o divertirsi in una partita improvvisata per strada. "Ci togliamo le infradito, contiamo quattro passi e segniamo le aree di porta", spiega Leticia. "Se la strada è in discesa, la squadra che gioca nella parte alta deve andare a prendere la palla se questa viene calciata troppo lontano lungo la discesa. E quando arriva un'auto, dobbiamo fermarci e aspettare finché non possiamo riprendere".

"La precisione è essenziale in ogni momento della partita."

Leticia A.
San Paolo

Gli spazi ristretti e le superfici variegate di San Paolo rendono cruciali precisione e agilità. Leticia si affida a un tocco perfetto e a movimenti rapidi per vincere. Come afferma lei stessa: "Quando gioco per strada, mi piace davvero tenere la palla tra i piedi. Se sei molto preciso, tutto procede una meraviglia. E se una partita è bloccata, con entrambe le squadre che attaccano e si difendono, l'agilità può fare la differenza".

I giocatori di calcio da strada come Leticia, che amano questo sport per la sua libertà, sono stati l'ispirazione dietro il modello Phantom Vision 2 IC. "Il sentimento che provo per il calcio è gratitudine", afferma. "Se sto affrontando dei problemi, mi basta mettermi a giocare a calcio e sparisce tutto. Trovarmi per strada e fare quello che mi piace: per me giocare a calcio è tutto."