Fino al 50% di sconto

Continua a fare sport con uno sconto del 50% su articoli selezionati. Acquista

Coaching

I bambini hanno davvero bisogno di giorni di riposo?

Di Nike Training

I bambini hanno bisogno di giorni di riposo?
I bambini hanno bisogno di giorni di riposo?

Essere bambini è decisamente estenuante. È importante garantire loro il riposo di cui hanno bisogno.

I bambini sono un incontenibile concentrato di energie. Ma hanno davvero bisogno di pause adeguate per recuperare da tutto quel correre, saltare e giocare? Per scoprirlo, ci siamo rivolti ad alcuni esperti del settore e ai Nike Master Trainer.

Se il corpo umano è di per sé straordinario, quello dei più piccoli è ancora più sorprendente.

Pensa a come i tuoi bambini riescono a correre senza fermarsi mai. Oppure a quanto recuperano in fretta, come se niente fosse, dopo un'intensa partita di calcio in cortile o un'ora di salti sul trampolino. Secondo una recente ricerca pubblicata nella rivista "Frontiers in Psychology", i bambini hanno muscoli che resistono alla fatica e un'innata capacità di recupero, il che permette loro di tornare carichi più velocemente di qualsiasi atleta di resistenza ben allenato. Una possibile ragione è che il loro corpo in fase di sviluppo non sia tendenzialmente in grado di muoversi con la stessa efficienza di quello degli adulti, e compensa questa mancanza ricorrendo all'energia aerobica (basata sull'ossigeno) per gli esercizi intensi. L'energia aerobica non produce la stessa quantità di lattato, responsabile dell'affaticamento, prodotto dall'energia anaerobica (quella utilizzata dagli adulti per gli allenamenti di forza e ad alta intensità).

I bambini hanno muscoli che resistono alla fatica e un'innata capacità di recupero, il che permette loro di tornare carichi più velocemente di qualsiasi atleta di resistenza ben allenato.

Questo non significa che devi forzare i tuoi bambini a fare attività intense nei giorni in cui si sentono stanchi. Proprio perché i bambini, in genere, sono in sintonia con le loro sensazioni e tendono a esprimerle con sincerità, dovresti sempre ascoltarli e provare ad andare loro incontro proponendo un'attività fisica a basso impatto, afferma Sue Falsone, specialista clinica in fisioterapia sportiva e componente del Nike Performance Council specializzata nel recupero. Se, ad esempio, si dicono troppo sfiniti per giocare, potresti proporre loro, per sentirsi meglio, di accompagnarti a fare un giro in bicicletta intorno all'isolato. Oppure invitarli ad allungare i muscoli come fanno gli animali, mostrando loro l'esecuzione del cane a testa in giù o del gatto che si stira. L'obiettivo è dimostrare ai piccoli che il movimento, anche quando non ci va di farlo, può davvero aiutarci a sentirci meno stanchi, afferma Falsone.

I bambini hanno bisogno di giorni di riposo?
I bambini hanno bisogno di giorni di riposo?

Oltre a questo, va tenuto presente che difficilmente i bambini esauriscono le energie a causa di fattori fisici, aggiunge Brian Nunez, Nike Master Trainer. "Nella maggior parte dei casi, i bambini non vanno incontro a un sovraccarico di lavoro fisico, ma quando sono sottoposti regolarmente allo sforzo di imparare ed eseguire nuovi esercizi e attività potrebbero subire un sovraccarico a livello mentale. Quando chiedi troppo alla loro capacità di attenzione, questo potrebbe essere estenuante".

Per evitare che accada, Nunez suggerisce di aiutare i bambini a imparare una sola nuova abilità a settimana, come per esempio lo squat, e di lasciare che si allenino sperimentandola per sette giorni. Anche se si uniscono a te per uno degli allenamenti del nostro programma Avventure di fitness con Brian e Bella Nunez, ricorda loro che l'unico obiettivo che hanno per quella settimana è imparare quell'unico movimento. E la settimana successiva potranno impegnarsi a familiarizzare con gli affondi o i plank. Ovviamente, dovrai ripetere gli esercizi con loro nel tempo. L'allenamento è allenamento e il movimento è un viaggio che dura tutta la vita, afferma Nunez.

"Lascia che siano loro a scegliere l'attività, come se decidessero il gioco da fare durante l'intervallo."

Brian Nunez, Nike Master Trainer

Un altro suggerimento dei professionisti per superare l'affaticamento mentale dei bambini è questo: alterna giorni di attività più intensa e strutturata (ad esempio un allenamento) a qualcosa che somigli a un vero e proprio gioco, dice Nunez. "Lascia che siano loro a scegliere l'attività, come se decidessero il gioco da fare durante l'intervallo", aggiunge. Dovrebbe essere qualcosa di non strutturato, con poche regole, come acchiapparella. Anche un po' di autonomia può aiutarli a percepire la routine come meno rigida e a vedere il movimento esattamente per come dovrebbe essere: talmente divertente da non voler mai fare una pausa.

I bambini hanno bisogno di giorni di riposo?

Iscriviti a Nike Training Club

Accedi ai consigli dei nostri migliori esperti e allenatori per rimanere in movimento e in salute.

I bambini hanno bisogno di giorni di riposo?

Iscriviti a Nike Training Club

Accedi ai consigli dei nostri migliori esperti e allenatori per rimanere in movimento e in salute.