Movimento

Cosa fare quando non puoi correre

Di Nike Running

Diventa un runner migliore senza correre

Come migliorare le tue prestazioni e rafforzare la tua passione per la corsa senza correre.

Ci sono molte cose che puoi fare per migliorare le tue prestazioni senza andare a correre. In questo articolo, Chris Bennett, Global Head Coach Nike Running, ci offre dei consigli per diventare runner migliori anche quando non corriamo.

Puoi migliorare nella corsa senza fare quel passo in più. Non si tratta solo di allenare la forza e lavorare su mobilità e flessibilità. Lo sviluppo di determinate abitudini può integrarsi nella tua normale routine di running e aiutarti a superare un periodo difficile in cui non puoi o non hai voglia di correre.

Qualunque sia il tuo caso, questi cinque consigli possono aiutarti a correre meglio e con maggiore soddisfazione.

01. Diventa fan
Se chiedi ai tuoi amici runner, quanti di loro hanno effettivamente una risposta alla domanda "Chi è il tuo runner preferito?" Al contrario, gli appassionati di basket possono discutere per ore su chi quest'anno stia giocando meglio, se LeBron James o Giannis Antetokounmpo. La passione per uno sport stimola in modo naturale la voglia di praticarlo. Tuttavia, il Global Head Coach Nike Running Chris Bennett afferma: "Per i runner può esserci un grande divario tra la partecipazione all'attività e l'essere fan di questo sport".

Ed è un vero peccato, perché è molto facile immedesimarsi in questo tipo di disciplina. "Potrei non sapere cosa si prova a schiacciare una palla, ma so perfettamente cosa vuol dire percorrere l'ultimo tratto ed esultare col fiato corto come Shalane Flanagan", afferma Bennett. Guardare Flanagan nei momenti finali della sua maratona di New York, vedere un documentario sul running o filmati sulle prestazioni di medaglie d'oro olimpiche può incoraggiarti a rivivere i tuoi momenti migliori e farti venire voglia di ricrearli.

"Potrei non sapere cosa si prova a schiacciare una palla, ma so perfettamente cosa vuol dire percorrere l'ultimo tratto ed esultare col fiato corto come Shalane Flanagan"

Chris Bennett, Global Head Coach Nike Running

02. Tieni un registro delle tue corse
Si tratta di scrivere qualcosa che assomigli di più a un diario che al tracker dei chilometri di un'app. "Registrare le corse ti offre l'opportunità di sederti e documentare effettivamente quello che è accaduto e ciò che hai appreso da una corsa", afferma Bennett. "Non si tratta di numeri, ma di scrivere la tua storia come runner".

Per fare un esempio, magari hai percorso 8 km e senti di aver esaurito le energie. Poi però consulti il registro tornando indietro di un paio di settimane e ti rendi conto che prima riuscivi a correre solo 4 chilometri. La consapevolezza che, anche in una giornata difficile, hai raddoppiato il percorso, magari hai anche aumentato un po' la velocità e migliorato l'atteggiamento, è un potente fattore motivante. Non è possibile ottenere queste informazioni a sfondo emotivo scorrendo i dati su un tracker per il fitness.

03. Cambia mentalità
La vita è piena di ostacoli che possono distrarti dal raggiungimento dei tuoi obiettivi di running. Tuttavia, tormentarti perché non vuoi o non puoi correre non è di nessun aiuto. Dovresti invece accettare che certe cose possano accadere e iniziare un dialogo interiore, parlandoti come faresti con un compagno di squadra o qualcuno a cui tieni, afferma Bennett.

"Ogni volta che inizi a correre, entro il primo minuto, datti la carica", spiega. "Non è facile iniziare una corsa, in momenti favorevoli o meno". Il dialogo interiore positivo è un'abilità che si apprende e una volta appresa potrai esercitarla anche quando non corri. Questa mentalità più forte ti accompagnerà in ogni corsa, ora e in futuro.

Diventa un runner migliore senza correre

"Ogni volta che inizi a correre, entro il primo minuto, datti la carica"

Chris Bennett, Global Head Coach Nike Running

04. Concentrati sul recupero
Non poter correre è incredibilmente frustrante, qualunque sia il motivo. D'altro canto, rappresenta un'occasione per dare la priorità a ciò che può farti sentire meglio a breve termine e darti una marcia in più quando torni in pista: sonno e alimentazione.

Il sonno rappresenta il miglior recupero da tutti gli agenti stressanti mentali e fisici, afferma Bennett. Per dormire di più e meglio è sufficiente adottare un'abitudine salutare in merito, come andare a letto e svegliarsi ogni giorno alla stessa ora.

E mangiare in modo salutare non significa per forza rivedere la dieta o stressarsi per assumere macronutrienti. Inizia apportando una piccola modifica, come aggiungere delle verdure al pasto o sostituire una bevanda gassata con un bicchiere d'acqua. Al posto di cambiamenti radicali che abbandonerai molto presto, scegli piccoli passi facili da mettere in pratica che contribuiranno notevolmente a mantenere il tuo corpo nelle condizioni ideali per correre.

05. Trova attività alternative
L'euforia della corsa può creare dipendenza, facendoti desiderare di passare subito all'allenamento successivo prima ancora di aver terminato quello in corso. Tuttavia, Bennett afferma: "Non devi per forza correre per ottenere i vantaggi che una corsa può offrirti".

Ad esempio, suggerisce di mettere su una playlist tosta e ballare, ridere e saltellare per 30 minuti. "Lavorerai sul sistema cardiovascolare, mentre le endorfine inonderanno il corpo", spiega. "Otterrai comunque benefici fisici ed emotivi senza correre".

Diventa un runner migliore senza correre

Sempre avanti

Scarica ora l'app Nike Run Club.