Massima resa: 12 modi semplici per prolungare la durata delle scarpe da running

Innovazione

Alcuni runner ci offrono qualche semplice suggerimento sulla cura quotidiana delle scarpe. E il bello è che questi trucchetti possono aiutarci a ridurre gli sprechi e diventare runner più consapevoli.

Ultimo aggiornamento: [data]
Lettura di 15 min
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

"L'innovazione siamo noi" è una serie dedicata agli atleti e alle atlete che affrontano e superano le sfide grazie a un approccio innovativo.

Nell'estate del 2020, la coach di running londinese Dora Atim si trovava nelle campagne inglesi.

"Sono letteralmente scoppiata a piangere nel bel mezzo di questa foresta", ricorda. "Ma è stata una sensazione di sollievo, di gioia, di incredulità".

Sentire un legame di questo genere è comprensibile. Quando si corre in uno spazio aperto, ammirandone la bellezza e avvertendone la potenza, è normale volerlo preservare.

La buona notizia è che avere più cura del pianeta è come diventare runner migliori: ogni singola buona abitudine può fare la differenza. Anche qualcosa da poco come prenderti cura delle tue scarpe da running affinché durino più a lungo può fare una grande differenza nel tempo, se questo significa che avrai meno probabilità di acquistarne di nuove prima che sia realmente necessario.

Abbiamo quindi chiesto alla community globale di running, composta da atleti e atlete professionisti e designer Nike, come fanno a ottenere il massimo dalle loro scarpe. Non c'è sempre una risposta per tutto, ma ci sono molte cose che possiamo imparare a vicenda. Dai un'occhiata alle nostre perle di saggezza preferite di seguito, trova quelle che funzionano per te e impegniamoci insieme.

Le tue scarpe sono tue amiche. Le designer Nike Rikke Bonde (sx) e Shelby Wauligman (dx) mostrano come personalizzano le loro scarpe, ad esempio scrivendo messaggi motivanti e cambiando i lacci.

1. Crea un legame con le tue scarpe

"Stabilire empatia con le cose che possediamo: qui abbiamo un'enorme opportunità per creare pratiche più sostenibili", afferma Shelby Wauligman, designer di abbigliamento da running Nike. "Quando rispettiamo qualcosa, siamo più propensi a farlo durare più a lungo".

Per creare un legame con le proprie scarpe da running bastano piccole cose, come mettere un paio di lacci personalizzati, scriverci sopra una citazione che ti piace o infilarle in valigia ogni volta che vai da qualche parte; proprio come fa Raj Mistry, designer di abbigliamento senior di Nike che ha viaggiato in lungo e in largo con le sue scarpe, dal castello di Edimburgo alle strade di Hanoi.

Getta le basi del successo a lungo termine, per te e le tue scarpe. Come Chantal Gonzalez, Amritpal Ghatora e Kelechi Okorie (da sx a dx), scegli le scarpe più adatte alla distanza, alla superficie e al tipo di corsa che farai.

2. Corri con le scarpe giuste per la tua corsa

Ecco alcuni consigli per il prossimo acquisto: "Chiediti cosa vuoi ottenere dalla corsa, non dalle scarpe", dice Jo Micheli, EKIN (è come chiamiamo gli esperti di prodotti Nike, dove Nike viene scritto al contrario) di Los Angeles.

Per ottenere il massimo dalle scarpe, e dalla corsa, prima di acquistarle chiediti "perché": vuoi immergerti nella natura? Le scarpe da trail resistono meglio ai terreni rocciosi e variegati. Se, invece, corri sull'asfalto o sul tapis roulant, le scarpe da strada ammortizzate ti offrono maggiore elasticità.

1/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
2/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
3/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
4/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
5/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
6/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

Londra, Inghilterra, luglio 2021. Per Dora Atim, che ha lanciato Ultra Black Running lo scorso anno affinché donne nere e persone non binarie si unissero a lei nel trail running, la corsa è un modo per prendersi cura di sé e acquisire sicurezza. Inutile dire che fa del suo meglio mentre si prepara per la corsa. "Quando corri anche il look vuole la sua parte, altrimenti non va bene", afferma Dora. "Devi sentirti in perfetta sintonia con il tuo outfit".

1/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
2/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
3/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

Londra, Inghilterra, luglio 2021. Per Dora Atim, che ha lanciato Ultra Black Running affinché donne nere, persone trans e non binarie si unissero a lei nel trail running, la corsa è un modo per prendersi cura di sé e acquisire sicurezza. Per questo motivo ogni parte del processo, dall'idratazione all'abbigliamento, dev'essere un momento speciale. "Quando corri anche il look vuole la sua parte", afferma Dora. "Devi sentirti in perfetta sintonia con il tuo outfit".

3. Riserva le tue scarpe alla corsa

"Ogni scarpa ha un'aspettativa di vita e ogni volta che le hai ai piedi, le tue scarpe stanno vivendo una parte della loro vita", afferma Chris "Coach" Bennett, Global Head Coach di Nike Running. "Le tue scarpe non sono più così reattive e hai corso solo 300 km? Sì, ma le hai usate per 800 km". Quindi, la prossima volta che indossi le scarpe da running per fare le commissioni, ricorda che questo potrebbe significare una corsa in meno per le tue scarpe.

Allo stesso modo, se hai l'abitudine di testare le tue nuove scarpe da running facendo prima delle belle passeggiate, prova questo trucchetto del mezzofondista professionista Craig Engels: "Prendo gli inserti delle vecchie scarpe e li metto nelle nuove", afferma. La vecchia suola interna previene i crampi ai piedi, così Craig può andare subito a correre con le sue scarpe nuove.

L'EKIN Jo Micheli mostra il modo giusto e sbagliato di togliere le scarpe da running. Ogni piccolo gesto fa la differenza!

4. Sciogli sempre i lacci

Te lo avevamo detto che erano consigli davvero facili, no? Dedicare solo un attimo dopo ogni corsa per sciogliere i lacci può fare la differenza nella vita a lungo termine delle tue scarpe da running.

Ogni volta che togli le scarpe senza prima sciogliere i lacci (ti prego, non farlo!) potresti compromettere l'integrità strutturale del supporto del tallone. "Quando il tallone della scarpa inizia ad abbassarsi, la corsa ne risentirà", avverte Jo. Questa cattiva abitudine, molto diffusa, genera spesso anche quella di infilarsi le scarpe già allacciate, il che raddoppia il danno alle scarpe e rischia di rendere insufficiente il supporto per il piede. Prenditi quindi il tempo di allacciare e slacciare correttamente le scarpe. Farai un favore sia a loro che ai tuoi piedi.

I lacci non sono il tuo forte? Allora potresti scegliere le scarpe semplici da indossare e da togliere della linea Nike FlyEase, o magari personalizzarne un paio con Nike By You, che offre una selezione di modelli con allacciatura con bloccacordini. Un gioco da ragazzi!

Le scarpe asciutte sono scarpe felici. Amritpal Ghatora, coach di running di Londra, mostra un modo semplice per eliminare l'umidità e i batteri dalle scarpe: riempirle di fogli di giornale dopo la corsa.

5. Non dimenticare di asciugarle

Trascurare l'umidità nelle scarpe può ridurne sensibilmente la durata. "Nelle scarpe si accumulano batteri. I piedi producono sudore, e a volte corri anche sul bagnato o nelle pozzanghere", spiega Coach Bennett. "Uno dei motivi per cui le scarpe non arrivano a fare 500 o 600 km non è perché abbiano perso la loro funzione, l'ammortizzazione o la reattività, ma solo perché hanno un cattivo odore".

Per evitare i cattivi odori, assicurati di asciugare le scarpe dopo ogni corsa. Inizia semplicemente mettendole in un punto ben arieggiato.

Le tue scarpe sono fradicie? Riempi l'interno con della carta di giornale per assorbire l'acqua e accelerare il processo di asciugatura. Raj, designer di abbigliamento, tiene addirittura un secchio con del riso nel suo garage solo per far asciugare le scarpe, un po' come il trucco che probabilmente hai usato per togliere l'umidità da uno smartphone bagnato.

Una cosa su cui quasi tutti i runner con cui abbiamo parlato sono d'accordo è di lasciar perdere l'asciugacapelli. Secondo i nostri tecnici della qualità (il team che testa i prodotti Nike e li espone agli elementi in un laboratorio speciale), il calore elevato non è ideale per le colle e gli agenti leganti che tengono insieme le scarpe.

6. Regala una pausa alle tue scarpe, e alternale con altre

Anche le scarpe da running hanno bisogno di qualche giornata di riposo. "[È come] dare loro un recupero energizzante", afferma Amritpal, maratoneta e coach. "Concedi alle tue scarpe un po' di defaticamento post-corsa, così saranno pronte per la prossima volta".

Quanto deve durare questo defaticamento? Secondo i nostri tecnici, non meno di 24-48 ore. Dicono che, sebbene i tempi di recupero esatti delle scarpe dipendano da molteplici fattori (materiale, peso, terreno, distanza), dare all'intersuola in schiuma un tempo sufficiente per decomprimersi dopo una corsa l'aiuterà a supportarti meglio la prossima volta che vai a correre e a conservare una maggiore reattività nel tempo.

Se corri più spesso di questo intervallo, hai un buon motivo per iniziare ad alternare le scarpe. Anche se acquistarne un altro paio è un investimento anticipato, potrebbe servire a mantenerle in una forma ottimale il più a lungo possibile, evitando di doverle buttare via presto a causa di un uso eccessivo.

1/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
2/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
3/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
4/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
5/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
6/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

Londra, Inghilterra, luglio 2021. Dopo una pausa dovuta alla pandemia, Dora spera di tornare al trail running settimanale con il gruppo che, prima del lockdown, contava circa 30-40 persone. "Le donne nere hanno bisogno di questo spazio per essere solo se stesse, perché dobbiamo cambiare costantemente il nostro modo di essere per adattarci a un contesto, o siamo costantemente escluse, invisibili", afferma. "Questo è per loro. Ed è diventato qualcosa di straordinario".

1/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
2/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
3/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

Londra, Inghilterra, luglio 2021. Dopo una pausa dovuta alla pandemia, Dora spera di tornare al trail running settimanale con Ultra Black Running che, prima del lockdown, contava circa 30-40 persone. "Le donne nere hanno bisogno di questo spazio per essere solo se stesse, perché dobbiamo cambiare costantemente il nostro modo di essere per adattarci a un contesto, o siamo costantemente escluse, invisibili", afferma. "Questo è per loro. Ed è diventato qualcosa di straordinario".

7. Cambia superficie

"Non tutte le superfici sono uguali", sottolinea Coach Bennett. "Non hai bisogno di una grande ammortizzazione quando corri sull'erba, che già di per sé aiuta". Quando puoi, Bennett suggerisce di alternare correndo su superfici più morbide (erba, sentieri, pista, spiaggia) per regalare una pausa alle tue scarpe e al tuo corpo. Si tratta di un suggerimento che era solito dare ai suoi runner di corsa campestre e su pista delle scuole superiori, per i quali spesso non era possibile acquistare più paia di scarpe da running. Ma anche i runner professionisti come Craig seguono questo consiglio.

"Corriamo dai 110 ai 160 km alla settimana e l'obiettivo è trovare una superficie morbida", afferma Craig in merito al suo regime di allenamento di squadra, aggiungendo che la sua superficie sintetica preferita è la pista di cenere. "Correre sul cemento, comprime [le tue scarpe] molto di più".

Impara a conoscere i tuoi numeri, in particolare i tuoi chilometri. L'EKIN Jo Micheli dimostra quanto sia facile (e automatico) tenerne traccia con l'app Nike Run Club. In altri casi, Jo opta per un metodo più analogico: segnare le nuove scarpe con una "data di nascita" e stimare da lì i chilometri mensili.

8. Conta i chilometri

Per le scarpe da running, l'età è solo un numero. Da quanto tempo le hai conta meno di quanti chilometri ci hai corso indossandole. Come afferma Coach Bennett, "non sono come il latte", il che vuol dire che non hanno una data di scadenza, quindi perché non provare un paio vecchio che però hai usato poco? Ma una volta che inizi a usarle, ricordati di tenere d'occhio il chilometraggio.

Un modo semplice per farlo? Utilizza l'app Nike Run Club. Tagga la scarpa (o le scarpe!) e un obiettivo di chilometraggio, e l'app monitorerà automaticamente i chilometri con ogni corsa, avvisandoti quando raggiungi il tuo obiettivo.

Anche se il chilometraggio non è lo scopo principale della vita della tua scarpa, è il modo più semplice per sondarne indicativamente lo stato. Secondo i tecnici della qualità di Nike, la maggior parte dei modelli delle nostre scarpe è testata per durare un minimo di 300-500 km circa. La parola chiave è "minimo", quindi se hai raggiunto quel numero e le tue scarpe vanno ancora alla grande, non buttarle! Potrebbero riuscire a fare ancora altre corse.

Impara a conoscere il tuo corpo, impara a conoscere le tue scarpe. L'ex runner agonista, e attuale Store Athlete Nike, Danielle Girard mostra l'importanza di riscaldamento e defaticamento per identificare correttamente eventuali cause di dolori.

9. Cura delle scarpe e cura di te

Quando iniziano a sentire dei piccoli dolori, alcuni runner vanno alla ricerca di un nuovo paio di scarpe. Ma la runner Danielle Girard incoraggia i suoi atleti a riesaminare le routine pre- e post-corsa prima di fare un passo simile.

"I polpacci fanno male dopo ogni corsa?" chiede Danielle, che ancora oggi è una runner appassionata. "Forse le tue scarpe sono rovinate e hai bisogno di maggiore ammortizzazione, oppure i polpacci sono semplicemente tesi e devi fare più stretching". In altre parole, forse sei tu, non le scarpe.

Più corri, più sarai in sintonia con il tuo corpo e i tuoi accessori da corsa e più sarai in grado di risolvere i problemi man mano che si presentano. Nel frattempo, controlla il riscaldamento e il defaticamento prima di saltare a conclusioni sulle scarpe e, naturalmente, monitora con attenzione qualsiasi disagio ricorrente o continuo.

1/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
2/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
3/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
4/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
5/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
6/6
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

Londra, Inghilterra, luglio 2021. "Per me, la sostenibilità riguarda anche quello che indossi. Lo passi ad altri? Con quale frequenza fai acquisti?", dice Dora. Un altro modo importante per fare la differenza? Prenditi del tempo per pulire le scarpe in modo adeguato, sia con una breve rinfrescata dopo ogni corsa che con un lavaggio profondo. "Ho un giornata dedicata al lavaggio delle mie scarpe, semplicemente per trarne il massimo", afferma Dora. "Sembrano appena uscite dalla scatola e io sono felice perché non ne devo comprare di nuove".

1/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
2/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running
3/3
12 modi per far durare più a lungo le scarpe da running

"Per me, la sostenibilità riguarda anche quello che indossi. Lo passi ad altri? Con quale frequenza fai acquisti?", dice Dora, coach di running di Londra. Un altro modo importante per fare la differenza? Pulire le scarpe in modo adeguato, sia con una breve rinfrescata dopo ogni corsa che con un lavaggio profondo quando serve. "Ho una giornata dedicata al lavaggio delle mie scarpe, semplicemente per trarne il massimo", afferma Dora. "Sembrano appena uscite dalla scatola e io sono felice perché non ne devo comprare di nuove".

10. Impara quando (e come) lavare le scarpe

"[Pulire le scarpe] serve a evitare che la polvere e lo sporco rimangano intrappolati nelle cuciture o in aree dove è meglio che non accada. È una questione di longevità del materiale", afferma Rikke Bonde, designer di materiali Nike e appassionata di running. "Se le pulisci, dureranno più a lungo".

Alcuni runner con cui abbiamo parlato amano di tanto in tanto pulire a fondo le scarpe con sapone neutro e acqua, come Kelechi Okorie, creativo di Londra e membro del run club TrackMafia, che "fa il bagno alle scarpe" una volta al mese.

Altri scelgono tecniche più semplici per tenere le scarpe pulite. Shelby, designer Nike, consiglia di rimuovere il fango in eccesso su uno spiazzo erboso, utilizzando un bastoncino per togliere le incrostazioni dal battistrada e, se necessario, salviette di stoffa riutilizzabili.

Molte persone chiedono se si possono mettere le scarpe in lavatrice, ma i runner con cui abbiamo parlato preferiscono lavarle a mano. Considerala come un'altra opportunità per creare un legame con le tue scarpe (vedi il suggerimento 1).

Non aver paura di affrontare piccole riparazioni. Sopra, la designer di materiali Rikke Bonde cuce un piccolo strappo. Per lei rappresenta un'opportunità per connettersi in modo consapevole con se stessa e le sue scarpe.

11. Ripara ciò che può essere riparato

Le scarpe da running sono articoli complessi, ma ripararle può essere semplice. "Se le cose si rompono, ma la struttura generale è ancora buona, le riparo", afferma il runner di Londra Kelechi, che ha imparato a ricucire gli strappi nella tomaia delle sue Epic React guardando un video su YouTube sulle tecniche di cucito. "Con Google puoi trovare di tutto".

Sebbene le riparazioni strutturali più importanti debbano essere eseguite da professionisti, qualsiasi runner può cimentarsi nelle piccole riparazioni della tomaia e della suola. A volte è facile come sostituire i lacci consumati o rinforzare le aree ad alto attrito con un pezzo di nastro adesivo.

"Non faccio troppo la preziosa con le mie cose", afferma Rikke, la designer di materiali che nelle sue corse più lunghe porta con sé un kit di riparazione. "So che se faccio un buon lavoro, o almeno ci provo, posso indossarle di nuovo o ripararle ancora".

La vita continua. Le tue vecchie scarpe potrebbero non essere più in grado di sostenere una corsa, ma puoi comunque usarle per andare in giro o lavorare in giardino, come fa Coach Bennett. Amritpal Ghatora ti mostra a quali segnali fare attenzione per capire quando arriva quel giorno.

12. Celebra le tue scarpe arrivate al capolinea

"L'obiettivo non è prolungare la durata della scarpa indefinitamente. Si tratta piuttosto di farle durare quanto dovrebbero", afferma Coach Bennett. "Non stiamo cercando di recuperare scarpe inutilizzabili".

Come fai a sapere quando le tue scarpe sono arrivate a fine corsa? Beh, ci sono diversi fattori da considerare. Innanzitutto, per quanti chilometri le hai indossate? Ricorda: 300-500 km è un ottimo punto di riferimento per i nostri tecnici della qualità. Quindi, fai un controllo delle scarpe e delle sensazioni che provi. Mostrano segni visibili di usura? Il battistrada si è consumato fino a essere diventato liscio? Riscontri una minore reattività o la necessità di un recupero più lungo dopo la corsa? Se ti sembra così, allora... congratulazioni! Hai dato alle tue scarpe una vita lunga e gratificante. Devi esserne felice. E devi smettere di usarle per correre.

Anche se non ti accompagneranno più nelle tue corse, non dev'essere per forza un addio. Se le tue vecchie scarpe sono ancora indossabili, potresti utilizzarle come scarpe per tutti i giorni o per fare giardinaggio, o magari regalarle a una persona bisognosa. Quando sono davvero al capolinea, puoi lasciare le tue scarpe sportive di qualsiasi tipo presso i Nike Store selezionati che partecipano ai programmi di riciclo.

Ora che lo sai, passa parola

Ogni singola buona abitudine può fare la differenza: immagina i risultati che possiamo raggiungere se uniamo le nostre forze. Quindi, se hai imparato qualcosa di nuovo su come prenderti cura delle tue scarpe, condividilo con gli altri!

"La community di running è un ottimo posto per farlo, perché è piena di persone attente che amano uscire per andare a correre. Questo legame con l'ambiente è innato", afferma la designer Nike Shelby, che corre per schiarirsi le idee e trovare l'ispirazione. "Prenderci cura delle nostre cose deve diventare un'abitudine. Più persone lo fanno, più si crea un cambiamento culturale".

Presentato da Move to Zero, il percorso di Nike verso l'annullamento degli sprechi e delle emissioni di carbonio, per proteggere il futuro dello sport.

Testo: Emily Jensen
Fotografia: Holly-Marie Cato

Storie correlate

Come pulire le scarpe da running e avere un impatto più leggero sul pianeta

Innovazione

Come pulire le scarpe da running e avere un impatto minore sul pianeta

La missione di Reverse Logistics di Nike per salvare milioni di scarpe

Innovazione

Operazione recupero: come la logistica inversa può salvare milioni di scarpe

One Box di Nike dimezza gli imballaggi

Innovazione

Consegna speciale: One Box dimezza gli imballaggi

Quando il design Nike è basato sui dati

Innovazione

Aspetti da analizzare: come i dati influiscono sul design

Dai nuova vita alle vecchie sneakers con ingredienti naturali

Innovazione

Rimetti a nuovo le tue vecchie sneakers con arance, noci e farina!