Come ritrovare l'entusiasmo in cucina

Coaching

Fai fatica a raggiungere i tuoi obiettivi nutrizionali perché non hai le energie per cucinare? Segui questi consigli e ritrova la passione in cucina.

Ultimo aggiornamento: [data]
Lettura di 7 min
  • Quando si è assorbiti dalla routine quotidiana, preparare un pasto può sembrare un'impresa impossibile.
  • Ma un semplice cambio di prospettiva può trasformare questo momento in un'occasione per prendersi cura di sé e migliorare l'autostima.
  • Nuove esperienze come le serate a tema (ad esempio preparare le tapas il martedì), possono aiutarti a ritrovare l'entusiasmo e la voglia di migliorare.


Continua a leggere per saperne di più…

Scopri i trucchi per cucinare piatti salutari in modo semplice e divertente

Con un frigorifero pieno di frutta, verdure e proteine magre e una dispensa straripante di cereali, legumi e spezie, hai tutto quello che ti serve per creare un vero capolavoro culinario, degno dei migliori post su Instagram. Peccato che quando arrivi a fine giornata ti restano a malapena le energie per prepararti un toast.

Come spiega Meghan Butryn, ricercatrice e docente di psicologia alla Drexel University di Philadelphia, tutti noi abbiamo dei limiti per quanto riguarda il livello di energia, attenzione e autocontrollo. "Soprattutto alla fine della giornata, quando arriva il momento di preparare la cena, possiamo avere la sensazione di avere esaurito tutte le nostre risorse". Ma l'energia che hai investito per affrontare al meglio la giornata non dovrebbe impedirti di fare progressi in ambito nutrizionale.

Per quanto il cibo d'asporto possa rappresentare una soluzione facile e comoda, prepararsi i pasti da sé permette di avere sotto controllo la propria alimentazione, cosa molto più difficile quando si consumano pietanze preparate da altri. Prendiamo per esempio un piatto di salmone e broccoli. Secondo alcune ricerche, quello ordinato in un ristorante tenderà a essere più salato, pieno di zuccheri e/o grassi, e sicuramente più abbondante, di quello preparato a casa. Anche un semplice toast servito al bar può rivelarsi meno salutare della versione casalinga.

La ricerca, come si può facilmente intuire, ci dimostra che chi mangia principalmente a casa gode di migliore salute. Da uno studio pubblicato sull'International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activity risulta che le persone che mangiano cibi preparati in casa per più di cinque volte a settimana consumano più frutta e verdura di quelle che pranzano o cenano a casa meno di tre volte a settimana. Inoltre, il loro indice di massa corporea (IMC) e la percentuale di grasso corporeo si mantengono nella norma.

Impegnarsi a cucinare comporta anche un beneficio mentale, rafforzando la nostra fiducia in noi stessi. Secondo Marisa Moore, nutrizionista e dietista di Atlanta, "cucinare ci dà la consapevolezza di poter nutrire il nostro corpo ovunque ci troviamo". E se le app di consegna a domicilio possono sembrare la soluzione più comoda, "la nostra cucina è proprio lì, accanto a noi", aggiunge Moore.

Se semplifichi le tue abitudini culinarie, cucinare può diventare davvero l'opzione più facile, più veloce e anche più piacevole. Abbiamo chiesto ai professionisti del benessere di condividere qualche idea sfiziosa per preparare piatti fatti in casa giorno dopo giorno, aggiungendo un pizzico di divertimento.

1. Cambia prospettiva.

Invece di pensare alla cucina come un'incombenza, considerala un modo per prenderti cura di te. "La possibilità di cucinare qualcosa per me stessa è un lusso", sostiene la trainer Kirsty Godso, che ormai prepara regolarmente i pasti in casa propria. Godso utilizza questi momenti come un'opportunità per padroneggiare una nuova abilità e allo stesso tempo rilassarsi, mettendo da parte telefono e computer e accendendo la musica. "Concentrarmi su ciò che sto creando mi aiuta a staccare la spina", ci spiega.

2. Lanciati in una sfida.

A volte rendere le cose più difficili può riaccendere l'entusiasmo. Perché? Imparare una nuova ricetta può rendere di nuovo divertente mettersi ai fornelli e quindi eliminare la noia, spiega Butryn. Godso suggerisce di pensare al piatto forte del tuo ristorante preferito e provare a prepararlo a casa.

3. Prova le serate a tema.

Anche davanti a una sfilza di nuove ricette su Pinterest fra cui scegliere, la maggior parte di noi tende a ricadere sempre sugli stessi piatti, tipi e tecniche di cucina. Stabilire una serata a tema può aiutarti a uscire da questa routine, secondo Moore. Puoi iniziare con un appuntamento fisso (come i tacos il martedì, la pizza il venerdì o qualsiasi altra cosa) e provare un nuovo piatto ogni settimana. Oppure puoi decidere una serata a tema periodica, in cui scegli una ricetta (e magari anche una bevanda) di un particolare paese o regione che non hai mai cucinato prima, abbinando una playlist di musica tipica del territorio. In entrambi i casi, fai le cose in grande.

Scopri i trucchi per cucinare piatti salutari in modo semplice e divertente

4. Procurati un nuovo libro di ricette.

Non c'è niente di sbagliato nel cercare ricette sul web. I libri di cucina, però, possono offrire un'esperienza più ricca e l'opportunità di esplorare senza farsi risucchiare da internet, afferma Moore. Inoltre, i libri spesso forniscono istruzioni e consigli per i cuochi meno esperti, e averli a portata di mano potrebbe darti il coraggio di provare qualcosa di completamente diverso dalla tua solita routine. Compra un libro di cucina che propone piatti che ti piacerebbe imparare a cucinare ma che non hai ancora provato, fai uno scambio con qualcun altro se ne hai già tanti, oppure prendine uno in prestito dalla biblioteca.

5. Allena la tua voglia di cucinare.

"Se abbini la cucina a un altro stimolo gratificante o a un'attività piacevole, col tempo aumenterà anche il tuo entusiasmo per la cucina, perché il tuo cervello inizierà ad associarla a uno stato d'animo positivo", afferma Butryn. Ovviamente non puoi preparare un soffritto mentre fai yoga, ma puoi dedicarti ad altre attività passive, come ascoltare un podcast, cantare le tue canzoni preferite o fare due chiacchiere al telefono con un amico. Qualunque cosa ti faccia sentire bene senza il rischio di bruciarti o di tagliarti un dito.

6. Elabora un piano.

A volte, la parte più difficile è il momento di decidere cosa preparare. Perciò, invece di fissare il frigorifero ogni sera (a chi non è mai capitato?), Butryn suggerisce di evitare ogni preoccupazione decidendo in anticipo il menu. Per qualcuno significa pianificare la settimana intera; a qualcun altro basterà pensare a un paio di pasti alla volta; per altri ancora sarà sufficiente prendersi un momento durante la giornata per pensare alla cena.

"Decidere in anticipo può davvero aumentare le probabilità di successo", afferma Butryn. È più difficile fare una scelta logica e mirata quando si ha fame e si è stanchi, quindi decidi cosa mangiare prima che la stanchezza annebbi le tue capacità d'iniziativa (gli esperti la definiscono "fatica decisionale").

7. Suddividi il lavoro.

Butryn suggerisce di lavare gli ingredienti al mattino, dedicare 10 minuti a tritare le verdure a metà giornata o di cuocere alcuni ingredienti nella slow cooker dopo aver fatto colazione. Così facendo, preparare la cena sarà più facile e veloce alla sera, e potrai goderti di più l'esperienza (un piccolo consiglio di Moore: dato che tritare le verdure può portare via molto tempo, tagliane un po' di più e conservale in frigorifero per la prossima volta, in modo da eliminare questo ulteriore ostacolo).

8. Cucina una volta, mangia due volte (o più!).

Concedersi un paio di sere libere a settimana può aiutare a recuperare le energie. Cucinare in abbondanza, ad esempio raddoppiare le dosi di zuppa o arrostire qualche patata in più, ti regala qualche momento di pausa e ti consente comunque di gustare pasti fatti in casa tutta la settimana, afferma Moore. I piatti che puoi congelare, come ad esempio sughi per la pasta o chili, sono perfetti per essere preparati in quantità doppia: mettili via e sarà come avere una cena surgelata a portata di mano.

9. Prendi delle scorciatoie.

Nei momenti difficili, Moore ricorda a se stessa che non deve per forza fare tutto da zero. Si possono acquistare verdure già tagliate o surgelate, sughi o condimenti di alta qualità e qualsiasi altro ingrediente che permetta di saltare qualche passaggio. Non è barare, ma solo semplificare. E, a volte, è sufficiente per tornare in modalità "chef felice".

Il percorso verso i tuoi obiettivi nutrizionali non sarà sempre lineare, ma tenere viva la passione per la cucina non potrà che aiutarti.

Testo: Marnie Schwartz
Illustrazioni: Gracia Lam

DAI UN'OCCHIATA

Ora che sei sulla strada giusta per riaccendere la tua passione in cucina, fai un passo avanti nel tuo percorso di benessere con il programma "Inizia ad allenarti con le basi" dell'app Nike Training Club.

Storie correlate

Tenaci si nasce o si diventa?

Coaching

Tenaci si nasce o si diventa?

Cinque consigli per tenere a bada il burnout, secondo gli esperti di salute mentale

Coaching

Cosa fare quando esaurisci le energie

L'effetto placebo funziona: ecco come

Coaching

Sfrutta la forza dell'effetto placebo

Perché e come accogliere l'incertezza secondo gli esperti di psicologia

Coaching

Usa l'incertezza a tuo vantaggio

Ho bisogno di più ferro nella mia dieta?

Coaching

Il mega minerale che forse ti manca