SNEAKRS

....
Jordan x Patta

La cultura Patta e la collaborazione.

Jordan x Patta

Mentre si avvicina il lancio della collaborazione di Jordan con Patta, franchise streetwear di Amsterdam, abbiamo avuto la possibilità di scoprire più da vicino la cultura che ruota intorno al negozio e come questa energia si riflette sulla linea di prodotti, grazie a una conversazione con Bernard Lijte e Giano Codrington, dipendenti di Patta.

Jordan x Patta
Come avete iniziato a lavorare con Patta?

"Ho iniziato a conoscere Patta quand'ero ancora un ragazzo. Amavo le sneakers e l'hip hop, ero immerso in quel genere di cultura, e ricordo di aver visto in TV un artista con una maglietta Patta. Mi colpì la scritta sulla maglia, mi misi a cercare e trovai il negozio. Qualche anno dopo, feci richiesta per un tirocinio dopo la scuola e ottenni un lavoro".
Bernard
"Io lo devo al mio vicino di casa. Era un po' più grande di me e lavorava con Patta. Mi portò in negozio quando avevo 13-14 anni, e da allora posso dire di essere cresciuto in quel genere di cultura. Feci amicizia con i ragazzi, soprattutto Gee e Vinz. Mi dissero di chiamarli se avessi avuto bisogno di qualcosa, così, un giorno, visto che dovevo fare anch'io un tirocinio per la scuola, be'... è bastato fare due più due".
Giano

Jordan x Patta
Come descrivereste la cultura Patta a qualcuno che non la conosce?

"La parola più importante qui è famiglia. Fra noi non c'è un legame di sangue, ma qualcosa di diverso: siamo legati dalla musica, o dalla moda. È questo il nostro legame. Ci trattiamo come fratelli e sorelle, prendiamo esempio l'uno dall'altro ma riusciamo anche a essere critici quando ce n'è bisogno. Siamo molto vicini".
Bernard
"Esatto, sono d'accordo con Bernard. In più, ci interessano le stesse cose. Ognuno ha il proprio stile e i propri gusti, ma tutto sommato siamo persone molto simili. Ascoltiamo musica simile, ci interessiamo e parliamo delle stesse cose".
Giano

Jordan x Patta
Come descrivereste il TEAM PATTA? È in qualche modo simile alla famiglia Patta?

"Il team Patta è esattamente ciò che sembra: un team. Quando qualcuno entra a farne parte, diventa parte anche della famiglia. E ne rimane parte anche quando se ne va, perché siamo tutti connessi a un livello più profondo".
Bernard

Jordan x Patta
Patta è il primo brand in Europa a collaborare con Jordan su scala globale. Cosa significa questo per voi?

"È fantastico! Ricordo quando ho scoperto Jordan, avevo 14 o 15 anni. Me ne sono innamorato all'istante. Essere parte di un brand che in Europa è al top, che fa parte della storia, è davvero incredibile".
Bernard
"La mia passione è iniziata prestissimo. Giocavo a basket già attorno ai 7 anni. I miei zii sono americani, li guardavo giocare e guardavamo insieme le partite. Ricordo certi episodi, la loro energia, quanto si esaltavano guardando giocare Michael Jordan, le scarpe che indossavano, e ho collegato tutti questi ricordi. Per me è stata una scelta naturale: Jordan, punto. Come ha detto Berni, è grandioso far parte di un brand che fa la storia con qualcosa che adoro fin da quando ero bambino e indossavo scarpe Jordan".
Giano

Jordan x Patta
Come descrivereste la cultura di Amsterdam? E in che modo Patta la influenza?

"Da Patta, possiamo indossare in un modo diverso qualcosa che indossano tutti. Possiamo anche vedere cose che nessuno ha mai nemmeno immaginato prima: una combinazione di colori, un modo di allacciare la scarpa, una sfumatura. Invece di abbracciare e seguire una cultura, noi la creiamo. E lo facciamo come brand, ma anche individualmente. Bernie fa la sua musica, io organizzo i miei party, ognuno ha la sua visione personale su come 'vivere la città' e respirare la cultura che contribuiamo a sviluppare da suo interno".
Giano
"Sì, per me significa essere se stessi. Certe cose poi arrivano da sole, diventi come una calamita. Sei tu a decidere, in pratica".
Bernard
"Siamo aperti a tutto, accettiamo ogni cosa. E ciascuno di noi, proprio come Patta, remixa ogni cosa. Remixiamo il cibo, i vestiti, la musica. Tutto parte da una base, ma ad Amsterdam tutti provano proprio tutto".
Giano
"Io e Bernie siamo un ottimo esempio di come pensare con la propria testa e cercare di migliorarsi come persona possano aiutarti a trovare il tuo posto in un'azienda come Patta, accettarti per come sei e crescere. E io credo, per quanto riguarda la cultura, che crescere sia fondamentale.
Ed essere speciali, ciascuno a modo suo".
Giano