Storia in evidenza: Alyssa Carson

Lo spazio per sognare

Alyssa Carson: lo spazio per sognare

In una frizzante mattina invernale a Vasquez Rocks, California, è arrivato un SUV bianco. La passeggera, Alyssa Carson, preferirebbe atterrare su un pianeta a circa 55 milioni di chilometri di distanza. Grazie all'incrollabile sostegno di suo padre Bert, dall'età di sette anni Alyssa si sta preparando a diventare una delle prime persone a viaggiare su Marte. Oggi che è una studentessa universitaria di 19 anni, il suo sogno sembra realizzarsi.

Qui, nell'high desert, dove il terreno ricorda in qualche modo il pianeta rosso, Alyssa indossa una scarpa dal look spaziale. La nuova Air Max 2090 è stata progettata pensando al futuro. Come potrebbe essere la vita tra 70 anni?

Quando abbiamo realizzato questo servizio, l'idea di esplorare nuovi territori sembrava molto affascinante. Ora stiamo tutti esplorando l'ignoto. Tuttavia, anche se il mondo è cambiato radicalmente dall'inizio di quest'anno, il messaggio di Alyssa di trasformare i sogni in realtà è sempre valido.

Alyssa Carson: lo spazio per sognare

Dove è nata la tua passione per lo spazio?

Alyssa: Avevo circa sette od otto anni quando ho partecipato ai miei primi space camp, e per la prima volta ho visitato lo Space Center e ho visto questi razzi a grandezza naturale. Ricordo la sensazione di trovarmi in un ambiente con così tante persone con la passione per lo spazio. Mi sono piaciute tutte le varie attività, dai simulatori alla costruzione di razzi.

Bert: Abbiamo scoperto l'esistenza dello space camp per caso. Eravamo in macchina e abbiamo visto il cartello dello US Space and Rocket Center. Lì Alyssa ha raccolto degli opuscoli sullo space camp e continuava a dirmi di voler partecipare.

Alyssa Carson: lo spazio per sognare

Una persona che ti ha aiutato è Sandra Magnus, astronauta americana. Che consigli ti ha dato?

Alyssa: Ho incontrato Sandra al festival di Sally Ride. È un evento che incoraggia le ragazze a partecipare attivamente alla scienza. Mi ha detto che ha deciso di diventare un'astronauta quando aveva nove anni, e questo mi ha colpito molto. Avevo questo sogno folle che non sembrava realistico, ma lei mi ha aiutato a capire che la mia età non aveva importanza.

Bert: Alle persone dico sempre che è destino. Credo che Alyssa vada su Marte perché le sono successe cose che normalmente non accadono.

Alyssa Carson: lo spazio per sognare

Prima hai detto che non esiste un unico modo per diventare astronauta. Cosa si prova ad avere aperto la strada?

Alyssa: La cosa incredibile di questa carriera è che non devi per forza fare quello che ho fatto io, ma che alla fine potremmo comunque ritrovarci nello stesso posto. Che tu ti occupi di medicina, di scienza o di volo, alla fine potrai diventare un astronauta. È fantastico che i bambini possano vedere quello che faccio, spero che questo possa ispirarli a inseguire sogni simili.

Alyssa Carson: lo spazio per sognare

Alyssa, hai qualche consiglio specifico da dare ai giovani che stanno provando a realizzare i loro sogni?

Alyssa: Trovare ciò che ti interessa è sempre il primo passo e, una volta trovato, devi parlarne. Bisogna essere aperti perché non si sa mai dove possono nascere le opportunità. Infine, non lasciare mai che qualcuno si porti via il tuo sogno. Se ami davvero il tuo sogno, allora puoi realizzarlo.

Tra 70 anni, potremmo vivere su Marte in una colonia fondata da Alyssa. Per il momento, vivi il futuro remoto con Air Max 2090.